Le bellezze della Toscana sulla Firenze-Siena tra le colline incontaminate, i borghi più belli e le tradizioni enogastronomiche

Itinerario di viaggio in auto perfetto tutto l’anno tra le bellezze della Toscana sulla Firenze-Siena e i paesaggi della campagna più incontaminata, i borghi unici arroccati sulle pittoresche colline e le impeccabili tradizioni enogastronomiche. Spostamenti comodi e luoghi iconici per un viaggio suggestivo e al contempo divertente nell’entroterra italiano con partenza dal capoluogo toscano e con ultima tappa la splendida provincia senese.

Le bellezze della Toscana sulla Firenze-Siena tra le colline incontaminate, i borghi più belli e le tradizioni enogastronomiche
Ph credits Đức Tình Ngô da Pixabay

Che sia d’inverno o d’estate, scegliere un itinerario di viaggio in Italia è sempre la scelta giusta. Con i tantissimi borghi da visitare, i monumenti, l’arte e le tradizioni enogastronomiche si incontrano i gusti di ogni viaggiatore, per delle soste indimenticabili di grande relax e suggestione. Quando ci si sposta in auto, anche la comodità ha un peso rilevante, potendo godere in pochi chilometri di territori molto variegati, disseminati spesso anche nella stessa regione. Proprio per questa ragione per il nostro nuovo itinerario da proporre abbiamo pensato alla splendida Toscana sull’imperdibile Firenze-Siena: un totale di 284 chilometri tra colline incontaminate, borghi arroccati e grandissime tradizioni enogastronomiche.

Le bellezze della Toscana sulla Firenze-Siena: itinerario e cosa vedere

La Toscana è una delle regioni più amate d’Italia dai turisti di tutto il mondo, scelta nelle sue città più iconiche come meta di viaggio artistico-culturale ma anche nei borghi lontani dal caos per bellissime pause di relax e benessere. Tra percorsi enogastronomici unici, tour guidati, passeggiate e numerose attività, è un territorio particolarmente eterogeneo che sulla Firenze-Siena nasconde perle di rara bellezza. Il nostro itinerario di viaggio dura cinque giorni: ha come partenza l’imperdibile Firenze e come punto d’arrivo la splendida Siena. Al centro, nei 284 chilometri da percorrere borghi incontaminati, tanta storia, cultura e bellissimi scorci.

Le bellezze della Toscana sulla Firenze-Siena tra le colline incontaminate, i borghi più belli e le tradizioni enogastronomiche
Ph credits Rolanas Valionis da Pixabay

Primo giorno: Firenze

Quando si parla di Toscana è impossibile non visitare la splendida Firenze ed è proprio da qui che prende il via il nostro itinerario in auto di cinque giorni. Non bastano sicuramente 24 ore per visitare ogni luogo iconico, galleria e museo del capoluogo di regione ma prenotando in anticipo qualche ingresso e con un planning preciso di cosa ammirare, è possibile un’infarinatura dei suoi capolavori. Per un’esperienza immersiva è giusto godersela passeggiando, ammirando la bellezza dell’Arno dall’imperdibile Ponte Vecchio, proseguendo fino a Piazza del Duomo dove visitare non solo la splendida Chiesa ma anche il panoramico Campanile di Giotto, la Cupola del Brunelleschi e il vicino Battistero. 

Tra i luoghi più iconici figura Palazzo Vecchio da ammirare nella sua interezza da Piazza della Signoria, con una copia del David di Michelangelo che accoglie all’ingresso i visitatori. Per una sosta tra storia, arte e cultura è immancabile la Galleria degli Uffizi con opere di architettura, pittura e scultura del calibro della Venere e la Primavera di Botticelli e la Madonna con il bambino di Lorenzetti. Per una passeggiata di grande stupore ci si può allungare verso il panoramico Piazzale Michelangelo dove godere di un’incredibile vista sulla città, le piazze e l’Arno. Per una pausa verde invece, sono splendidi i Giardini di Boboli dove rilassarsi anche in famiglia. Si arriva quindi alla cena, al centro storico nei tanti ristorantini tipici dove non può mancare l’imperdibile “fiorentina”, il taglio di carne più noto in Italia con una particolare cottura al sangue, accompagnato da un buon rosso rigorosamente toscano.

Le bellezze della Toscana sulla Firenze-Siena tra le colline incontaminate, i borghi più belli e le tradizioni enogastronomiche
Ph credits Mongolo1984, Wikimedia Commons

Secondo giorno: Fiesole e Scarperia

L’itinerario sulla Firenze-Siena prosegue imboccando la Strada Provinciale 53 per soli 10 chilometri verso Fiesole. Ha subito la forte influenza etrusca che ne fa una cittadina ricca di storia, di musei e di arte, da visitare a piedi nei luoghi che in passato hanno accompagnato Leonardo da Vinci nelle sue scoperte e invenzioni. D’estate vanta numerosi festival e incontri come l’Estate Fiesolana, conosciuta in tutta Italia. Nell’area archeologica è possibile trovare i resti di un teatro romano e un museo con 150 opere in ceramica tra l’Antica Grecia ed Etruria. Imperdibile il Duomo e il Museo Bandini, con numerosi dipinti tra il XII e il XIV secolo.

Proseguendo sulla Strada Regionale 302 per 27 chilometri si giunge alla vicinissima Scarperia, considerato tra i borghi più belli d’Italia. Circondata da alte mura e grandi torri visibili anche a distanza, è particolarmente caratteristica. Il tour non può che cominciare da Palazzo dei Vicari che ricorda particolarmente Palazzo Vecchio a Firenze, un tempo residenza nobiliare e fortezza. Lì sorge anche l’Oratorio della Madonna di Piazza che ospitava il rito di insediamento dei vicari ed è possibile rilassarsi in un’oasi di pace e verde. Per gli amanti dei motori inoltre, il borgo si trova a un chilometro dall’iconico autodromo del Mugello. 

Le bellezze della Toscana sulla Firenze-Siena tra le colline incontaminate, i borghi più belli e le tradizioni enogastronomiche
Ph credits WikiRomaWiki, Wikimedia Commons

Terzo giorno: Certaldo e San Gimignano

Proseguendo sull’A1 per 86 chilometri si rimane in provincia di Firenze e si giunge a Certaldo. Ha dato i natali a Boccaccio, vantando la bandiera arancione del Touring Club per le sue bellezze. La parte alta è un borgo medioevale con il bellissimo Castello di Certaldo che risale al 1164, arroccato e raggiungibile con la funicolare, per controllare un tempo la via Francigena. La parte più bassa è perfetta per una passeggiata tra le chiese, le stradine tipiche e i percorsi enogastronomici con salumi, formaggi e buon vino. Per un tuffo nel passato è immancabile la Casa di Boccaccio e il Museo del Chiodo, unico nel suo genere.

Dalla provincia di Firenze si passa a quella di Siena percorrendo la Strada Provinciale 1 per 25 minuti e arrivando a San Gimignano, altro borgo caratteristico per la posizione e per le prelibatezze. La passeggiata rigorosamente a piedi inizia da Piazza del Duomo con la visita alla Chiesa che conserva sulle pareti immensi capolavori. Accanto sorge il Palazzo Comunale, altro luogo iconico nella storia della cittadina con le altissime torri. I Musei Civici ospitano opere di Pinturicchio, Gozzoli e Lippi mentre Piazza della Cisterna è imperdibile per gustare un buon gelato all’ombra della Torre del Diavolo.

Le bellezze della Toscana sulla Firenze-Siena tra le colline incontaminate, i borghi più belli e le tradizioni enogastronomiche
Ph credits Lucamato, Wikimedia Commons

Quarto giorno: Montepulciano

Prima di proseguire tra la campagna senese è bene fare un check del livello della pressione delle gomme e controllare i livelli della benzina. Si può poi proseguire sulla SS715 per 100 chilometri alla volta di Montepulciano, dove fermarsi per 24 ore di grande suggestione, relax e ottime prelibatezze. Si tratta di un borgo medioevale multi sfaccettato, dove le varie anime della città si intersecano tra tradizioni e colori. Dalle botteghe tipiche ai negozietti passando per l’imperdibile Piazza Grande fino alle chiese e ai ristorantini dove mangiare ciò che la tradizione senese impone tra l’omonimo vino, cantucci e carni pregiate.

La Cattedrale di Santa Maria Assunta si trova proprio al centro ed è perfetta per immergersi a pieno nell’arte tra guglie e sculture imponenti. Per gustare tutta la cittadina dall’alto si può giungere sul Belvedere, una finestra naturale tra le bellezze della Val d’Orcia e gli iconici cipressi. Tra i simboli ricorre la Torre di Pulcinella, con la particolare maschera che svetta sull’orologio di un campanile, accompagnato da tantissime storie e leggende. Tra le chiese più belle vi è quella di San Biagio, altro luogo cult di Montepulciano.

Le bellezze della Toscana sulla Firenze-Siena tra le colline incontaminate, i borghi più belli e le tradizioni enogastronomiche
Ph credits Reiner da Pixabay

Quinto giorno: Siena

Per raggiungere l’ultima tappa del nostro itinerario di viaggio sulla Firenze-Siena bisogna percorrere ancora la SS715 per 65 chilometri e in circa 1 ora si giunge a Siena, perla della Toscana. Le tradizioni fanno da padrone in un centro storico d’altri tempi in cui svetta la splendida Piazza del Campo, teatro dell’iconico Palio che si tiene ogni anno il 2 luglio e il 16 agosto, suddiviso in contrade. In un giro della città bisogna visitare Palazzo Pubblico e la Torre del Mangia che svettano alte insieme alla Fonte Gaia, tra le più importanti della regione.

Tra i ristorantini tipici nei vicoletti stretti e i tanti negozi di souvenir è possibile gustare i tipici ricciarelli, i cantuccini o il panforte, tra le specialità del posto. Ci si può allungare al Museo Civico, fucina di opere d’arte incredibili insieme al Duomo che ricalca lo stile fiorentino. All’interno vi è il Museo dell’Opera, con i capolavori di Donatello. Ma i luoghi da visitare a Siena sono infiniti: dalla Pinacoteca Nazionale al Battistero passando per il Santuario di Santa Caterina da Siena, per 24 ore sicuramente indimenticabili.

Le bellezze della Toscana sulla Firenze-Siena immagini e foto