Limiti di velocità in auto, un italiano su 3 non li rispetta

Matteo Vana
  • Giornalista Professionista
07/02/2024

Il superamento dei limiti di velocità rappresenta una delle infrazioni più commesse dagli automobilisti: ecco la statistica che lo certifica.

Limiti di velocità in auto, un italiano su 3 non li rispetta
Photo by Jace – Pixabay

Gli automobilisti italiani non rispettano i limiti di velocità imposti dal Codice della Strada. A certificarlo, ancora una volta, è un’indagine svolta su commissione di Facile.it dagli istituti mUp Research e Norstat attraverso migliaia di interviste online ad un campione di individui di età compresa fra 18 e 74 anni. Sono, infatti, più di 10 milioni e mezzo gli automobilisti che ammettono di infrangere i limiti di velocità sulle strade italiane.

Una cattiva abitudine fin troppo diffusa e che riguarda in modo particolare i giovani, con una percentuale che arriva al 31% tra chi ha un’età compresa tra i 18 e i 24 anni, salendo addirittura al 37,3% tra chi ha 25 e 34 anni. Più di un italiano su tre, quindi, sembra essere allergico al rispetto dei limiti di velocità in strada. Ad essere più soggetti a questo tipo di infrazione sono gli uomini, con il 35,3% di loro che supera regolarmente il limite mentre per le donne la percentuale scende al 18,8%. Si trasgredice, poi, di più al Nord Est, con punte del 40% degli intervitati.

Le abitudini peggiori al volante

Se il superamento dei limiti di velocità imposti dal Codice della Strada è l’infrazione più commessa, purtroppo non è l’unica cattiva abitudine degli italiani al volante. L’indagine commissionata da Facile.it, infatti, sottolinea come, in generale, gli automobilisti prestino troppa poca attenzione alla guida, tanto è vero che più di un intervistato su due (52,3%), vale a dire oltre 20,5 milioni di automobilisti, ha ammesso, in generale, di non attenersi alla lettera al Codice della Strada. Anche in questo caso i più inclini all’infrazione sono gli uomini, con il 57,1% che lo ammette, contro il 47,2% delle donne.

Oltre all’eccesso di velocità, però, ci sono altri comportamenti sbagliati che gli italiani alla guida mettono in pratica. Dopo il superamento dei limiti, al secondo posto c’è l’uso del cellulare alla guida, con quasi 9,5 milioni di italiani, ossia il 24,1%, ad utilizzare il dispositivo mobile durante la guida. Tantissimi, poi, più di 5,5 milioni, coloro che non allacciano le cinture di sicurezza in auto e, ancora una volta, i più indisciplinati sono risultati essere gli automobilisti di 35-44 anni – con una percentuale che tocca il 20,3% – mentre a livello territoriale il mal costume è diffuso maggiormente al Sud e nelle Isole.

Limiti di velocità in auto, un italiano su 3 non li rispetta
Photo by SplitShire – Pixabay

Altra cattiva abitudine, sicuramente meno pericolosa rispetto alle altre ma comunque indice di poco rispetto, è quella del parcheggio in doppia fila o comunque non nel modo corretto. Sono oltre 4 milioni gli automobilisti che ammettono di parcheggiare in aree dove non si può fare. Un comportamento adottato soprattutto dagli uomini e diffuso, in particolare, nelle aree del Nord Est. Preoccupante, inoltre, il dato che certifica come oltre 1,6 milioni di automobilisti ammetta di mettersi al volante subito dopo aver assunto alcolici. 

Dal punto di vista anagrafico, infine, emerge che ad essere più spericolati sono gli automobilisti con età compresa tra i 35 e i 44 anni, fascia nella quale oltre il 65% ha dichiarato di non rispettare appieno il Codice della Strada. Il valore più basso si registra tra gli over 65, che sembrano aver ormai raggiunto il buon senso, attenendosi alle regole del Codice e contravvenendo solo in un caso ogni 3.