Lotus, una city car di lusso programmata per il 2015

Dany Baharm, amministratore delegato della Lotus, è pronto a lanciare la sua sfida, gettando a terra  il guanto bianco che dovrà poi essere  raccolto dalle agguerrite concorrenti tedesche. Almeno questo è quello che ha recentemente dichiarato sul popolare british magazine automobilistico Auto Express.

 

In questo prossimo confronto con  Mini, Bmw o Audi la Lotus dovrà, per forza di cose, offrire qualcosa di più e per questo motivo la nuova vettura sarà elettrica con il sistema range extended,  offrendo prestazioni superiori a qualsiasi altra piccola auto, almeno secondo le intenzioni recentemente dichiarate dalla casa automobilistica, realizzabili però dalle generose tasche della Proton intenzionata a dare una mano alla realizzazione di questa nuova Lotus anticipata dall’annuncio dell’ex manager Ferrari.

Perché in definitiva è di questo che stiamo parlando, cioè  di una una city car firmata Lotus attesa per il 2015 che, secondo le ipotesi più accreditate, altro non sarà che una Proton realizzata sotto mentite spoglie. Infatti l’azienda malese è pronta a lanciare la sua proposta innovativa nel 2014 e su questa, con opportune modifiche giustificanti l’aumento di prezzo, nascerà la versione Lotus, concept  che dovrebbe essere provvisto di un motore elettrico sostenuto da un tre cilindri termico da 1,2 litri di cilindrata. La vettura, dotata di  una potenza continua di 72 CV, dovrebbe  accelerare da 0 a 100 km/h in circa 9 secondi e raggiungere la velocità massima di 170 km/h. Con la sola propulsione elettrica ha un’autonomia di 60 km, che salirebbero però a 440 km con l’ausilio del motore a benzina.

E allora, amici di automobili 10 se siete interessati a nuovi aggiornamenti sulla prossima city car della Lotus continuate a leggerci!

 

admin
  • Scrittore e Blogger
Suggerisci una modifica