Mitsubishi Space Star, i dettagli della nuova variante GPL

Mitsubishi amplia la gamma della sua Mitsubishi Space Star con l’introduzione in listino di una nuova variante dotata di motore bi-fuel benzina/GPL, una scelta che potrebbe aiutare non poco la diffusione della piccola vettura nipponica in Europa. La nuova Mitsubishi Space Star GPL è dotata del motore 1.0 con alimentazione benzina/GPL in grado di sviluppare una potenza massima di 51 kW. L’auto, utilizzabile anche da tutti i neo patentati, si caratterizza per un consumo medio dichiarato di 5.2 litri per ogni 100 chilometri percorsi.

Notevolmente ridotte, invece, le emissioni di CO2 in atmosfera che passano dai 92 grammi al chilometro della variante benzina a soli 85 grammi al chilometro con funzionamento a GPL.

Come sempre accade, l’impatto del GPL sulla vettura lo si riscontra nella forte diminuzione del costo al chilometro percorso. La Mitsubishi Space Star, nella sua versione a benzina, necessita di circa 7 euro per coprire 100 chilometri, grazie al GPL, invece, questo costo diminuisce ad appena 3.5 euro per ogni 100 chilometri. In pratica, il costo al chilometro della vettura, grazie al GPL, si dimezza fornendo un notevole vantaggio economico che permette di assorbire rapidamente un prezzo di listino più alto di 1.650 euro.

La nuova Mitsubishi Space Star con impianto GPL monta un serbatoio di gas caratterizzato da una capacità nominale di 40 litri e da una capacità effettiva di 32 litri. L’autonomia, nel funzionamento a GPL, è di circa 600 chilometri. A questo dato si devono aggiungere i circa 875 chilometri d’autonomia garantiti dal serbatoio della benzina.

Da notare che, sino al 31 agosto prossimo, la nuova Mitsubishi Space Star GPL, cosi come tutte le altre varianti della piccola city car nipponica, potranno beneficiare di uno sconto, rispetto al prezzo di listino di 2.000 euro.

mitsubishi-spacestar_09

admin
  • Scrittore e Blogger
Suggerisci una modifica