Porsche, al via l’invasione del mercato americano

Il marchio Porsche sta attraversando un forte periodo di rinnovamento segnato da diversi cambiamenti di strategia che stanno andando, pian piano, ad influenzare la sua posizione in diversi mercati di spicco a livello internazionale. Uno degli aspetti principali del futuro della casa di Stoccarda è incentrato nello sviluppo e nel potenziamento della sua posizione nel mercato americano. Si tratta di un mercato strategico per tutto il marchio che mira ad uno sviluppo consistente per poter  ampliare le proprie potenzialità finanziarie. Per far ciò la casa tedesca punta a far sbarcare diversi nuovi modelli negli Stati Uniti, tra cui la versione Diesel della Cayenne.

L’obiettivo, da raggiungere entro il 2018, è quello di potenziare in maniera sensibile le vendite sul suolo americano sino a raggiungere un target prefissato di 50.000 auto vendute all’anno. Si tratta di un importante step in avanti se si pensa che nel 2011 Porsche si è attestata poco al di sopra delle 25.000 vetture e in vista del prossimo anno si dovrebbero raggiungere le 29.000 auto vendute.

La Cayenne Diesel arriverà negli USA intorno alla metà del prossimo anno, preceduta da alcune illustri colleghe come la nuova 911, in arrivo a febbraio, e la Panamera GTS disponibile invece in primavera. Si tratta di una politica molto aggressiva quella scelta da Porsche che mira, nel breve volgere di pochi anni a rafforzare in maniera decisa la posizione del marchio negli Usa, un mercato estremamente importante e che, nei confronti di Porsche, sembra reagire in maniera estremamente positiva tanto da spingere la casa tedesca ad un forte cambiamento di strategia.

admin
  • Scrittore e Blogger
Suggerisci una modifica