Renault festeggia 15 anni di produzione in Brasile

Quindici anni fa, nel dicembre del 1998, il gruppo Renault inaugurava la sua prima fabbrica in Brasile. Attualmente il paese sud americano è un pilastro dell’espansione internazionale del Gruppo, con i suoi 1,8 milioni di veicoli e 2,9 milioni di motori prodotti, ma andiamo a vedere meglio in dettaglio.
Quinta marca in Brasile (con una quota di mercato pari al 6,5% a fine novembre 2013), nell’ultimo triennio Renault ha registrato una crescita molto superiore a quella del mercato.Il Brasile è ormai il secondo mercato di Renault in ordine di importanza, con una crescita del 24,3% nel 2012, quattro volte superiore all’incremento del mercato (6,1%). Il Brasile è anche il quarto mercato automobilistico mondiale. Gli importanti traguardi conquistati da Renault nel mercato brasiliano negli ultimi 15 anni si devono a una struttura industriale ormai consolidata: tre impianti a Curitiba all’interno del Complesso Ayrton Senna (uno per le automobili, uno per i veicoli commerciali e uno per i motori), che esportano in tutta l’America Latina. La vicinanza dei siti produttivi ai mercati di commercializzazione permette di ridurre i dazi doganali e i costi della logistica, guadagnando in reattività e adattandosi ai gusti ed alle attese dei clienti. Nel marzo scorso lo stabilimento di Curitiba ha riaperto dopo un enorme intervento di ampliamento, concluso nel giro di appena due mesi e costato 500 milioni di real (circa 193 milioni di euro).

 

La fabbrica di automobili, che costruisce Renault Duster, Sandero, Logan e Mégane 2, ha aumentato la capacità di produzione da 220.000 a 320.000 unità annue. La capacità di produzione della fabbrica di motori è passata da 400.000 unità annue nel 2012 a 500.000 nel 2013 (+25%

logo_renault

admin
  • Scrittore e Blogger
Suggerisci una modifica