Volkswagen Golf R, la più estrema si mostra sulla neve

Matteo Vana
  • Giornalista Professionista
13/02/2024

La casa tedesca, alla Ice Race, ha svelato – seppur camuffata – la sua Golf più potente che arriverà nella seconda metà del 2024.

Volkswagen Golf R
Volkswagen Golf R – Foto credits Volkswagen press

Volkswagen Golf è senza dubbio una delle auto più attese dell’anno. Dopo aver presentato il restyling dell’ottava generazione nella sua veste standard, oltre che in quella sportiva GTI, la casa tedesca ha deciso di offrire anche un assaggio della sua variante più estrema. Che verrà mostrata in anteprima a tutto il mondo a metà dell’anno e venduta nella seconda parte del 2024.

La nuova Volkswagen Golf R, infatti, è stata avvistata, seppure ancora in versione camuffata, sulle nevi austriache. L’occasione è stata la “Ice Race in Zell am See”, la tradizionale corsa sul ghiaccio, dove le nuove Golf sono state messe alla prova da Hans-Joachim Stuck, ex pilota tedesco con un passato in F.1 e con due vittorie alla 24 Ore di Le Mans,  e dal pilota di rally svedese Johan Kristoffersson.

La nuova Volkswagen Golf R sulla neve

Tra le vetture presenti all’evento figuravano, tra le altre anche la Golf I GTI, che celebrò la sua première nel 1975. Così come la Golf IV R32 del 2002, l’antesignana di tutte le varianti prestazionali con il logo del marchio R. Seppure coperta dalle camuffature, rappresentate da pellicole decisamente scenografiche che oscurano gran parte dei dettagli del nuovo modello, è già possibile intravedere qualcuno dei dettagli che si vedranno alla presentazione ufficiale del modello. La nuova Volkswagen Golf R, infatti, eredita dalla versione di serie alcuni degli ingredienti principali. A partire dai gruppi ottici rivisti per arrivare al nuovo logo illuminato.

La nuova Volkswagen Golf R
La nuova Volkswagen Golf R – Foto credits Volkswagen press

Questo modello speciale, però, si distingue dagli altri per alcuni tratti specifici e prettamente distintivi. Come, su tutti, il paraurti anteriore che si presenta con linee diverse, più sportiveggianti, che danno alla Golf più estrema di tutte uno sguardo più aggressivo. A completare il look sportivo, però, si aggiungono anche i cerchi dedicati, con il logo “R” sul coprimozzo. E uno spoiler posteriore più pronunciato, a conferire ulteriore carattere a una versione molto pepata già di suo. L’abitacolo, invece, dovrebbe contare su componenti e dettagli dal tono racing, a partire dai sedili per arrivare fino alla pedaliera.  Inoltre gli interni saranno ampiamente rinnovati attraverso un nuovo sistema di infotainment. Oltre alla reintroduzione dei pulsanti fisici e una serie di materiali per un abitacolo di qualità superiore.

Una vettura, quindi, che si baserà sulla Golf ma che aggiungerà carattere e sportività non solo nelle linee, ma anche sotto il cofano. Seppure per il momento nessuna informazione è stata rilasciata da Volkswagen, per quanto riguarda il motore, la certezza è che sarà più spinta rispetto al modello standard. Probabile, quindi, che il nuovo restyling possa essere chiamato ad alzare l’asticella rispetto ai 333 CV e 420 Nm del 2.0 litri TSI modello attuale, abbinato al cambio automatico DSG a 7 rapporti e alla trazione integrale 4Motion. E che possa avere una potenza maggiore dando ibero sfogo al carattere corsaiolo di quello che sarà la Golf più estrema di sempre. Oltre che l’ultima con motore endotermico visto che il marchio ad alte prestazioni del brand tedesco passerà ad una gamma completamente elettrica entro il 2030.